CortoLive

La Fabbrica del Cortometraggio a Doria Pamphilj - San Martino al Cimino - VT

Via Andrea Doria, 20, 01100 San Martino Al Cimino VT

Nasce il progetto CortoLive – La Fabbrica del Cortometraggio, dedicato a registi laziali emergenti e incentrato sul linguaggio specifico del cortometraggio. Dal 6 all’8 marzo a San Martino al Cimino (VT), un weekend di pitch, lezioni con docenti come Daniele Ciprì, Gianfranco Pannone e Marco Spoletini, proiezioni, tra cui un omaggio a Wim Wenders, e un concerto di Laurent Petitgand, suo storico compositore. I registi in residenza parteciperanno a un contest con due premi del valore totale di 4.000 euro

Il weekend del 6, 7 e 8 marzo nello storico Palazzo Doria Pamphilj di San Martino al Cimino in provincia di Viterbo, prenderà vita la prima edizione di CortoLive – La Fabbrica del Cortometraggio, al tempo stesso un contest per registi emergenti, una residenza artistica e laboratoriale e un evento dedicato al cinema. Tre giorni di proiezioni, lezioni, presentazioni di pitch e concerti. Protagonisti saranno i giovani registi laziali selezionati per prendere parte al concorso. Il bando permette di partecipare alla residenza e mette in palio due premi in due diverse categorie, cortometraggi e creazione cinematografica, per un valore totale di 4.000 euro.

CortoLive si configura così come un approfondimento sul nostro mondo e il nostro patrimonio artistico e culturale attraverso il linguaggio del cortometraggio, riconsiderato come uno stile cinematografico che ha una sua peculiarità e una sua finalità estetica ben definite.

Il progetto offre ai registi selezionati un weekend di residenza ricco di stimoli e possibilità di incontro e di crescita, grazie alle lezioni realizzate da alcuni grandi professionisti del settore come il regista, sceneggiatore e direttore della fotografia vincitore del David di Donatello Daniele Ciprì, il maestro del documentario Gianfranco Pannone e il montatore storico di Matteo Garrone, due volte vincitore del David, Marco Spoletini. Gli altri quattro prestigiosi docenti sono registi e sceneggiatori affermati che parteciperanno a tutte le giornate del progetto e faranno parte della giuria di selezione del concorso assieme alle produttrici Simona Banchi e Adele Budina. Si tratta di Francesco Clerici, regista pluripremiato, vincitore con il lungometraggio “Il gesto delle mani” del prestigioso Premio FIPRESCI al Festival del Cinema di Berlino 2015; Toni Trupia, regista e sceneggiatore, è stato anche assistente alla regia di Mario Monicelli e Michele Placido; Aldo Iuliano, regista e fumettista, con il suo ultimo corto “Penalty” ha vinto numerosi riconoscimenti e ha sfiorato la candidatura agli Oscar; Tania Innamorati, produttrice e regista, con il suo corto “Eve al desnudo” è stata selezionata al Festival di Cannes. Ad aprire le danze la lezione di Saverio Pesapane, socio della società di produzione e distribuzione Premiere Film.

L’evento sarà inoltre arricchito dalla presenza di un ospite speciale come Laurent Petitgand, musicista, attore e compositore, che parteciperà a un omaggio a Wim Wenders, regista per cui ha composto diverse colonne sonore, e che si esibirà in un imperdibile concerto di chiusura.

L’obiettivo è quello di ripensare il patrimonio culturale del Lazio tramite la creazione cinematografica, promuovere e stimolare i giovani cineasti Laziali a creare e a riflettere sul nostro mondo a partire dall’arte del cortometraggio attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie multimediali e la cooperazione tra i giovani artisti e il pubblico di riferimento, con la finalità di coinvolgere le nuove generazioni nello sviluppo socio-economico del loro territorio.

CortoLive è parte del programma di valorizzazione del Palazzo di Doria Pamphilj come centro di Posta giovanile nell’ambito del progetto “Itinerario Giovani” finanziato dalla Regione Lazio Politiche Giovanili e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per la Gioventù e organizzato dall’Associazione Procult nell’ambito della BiennaleMArteLive Plus.

Biennale_MArteLive_Plus è l’incubatore dei progetti speciali avviati nell'ambito della Biennale MArteLive 2019. Oltre 900 artisti hanno pervaso di creatività e arte la città di Roma e 20 borghi del Lazio, coinvolgendo più di 70 location, oltre 30.000 persone e lasciando il segno sulla Capitale con opere di street art significative come (S)ink al Pigneto e i murales alla Casa Internazionale delle donne. Due intense settimane di sperimentazione artistica tra musica, cinema, arti performative e visive che hanno dato vita a 15 i progetti speciali che si svilupperanno nei prossimi due anni.

Fuse
Copyright © 2017 Associazione Culturale Procult - p.iva 06937941000 - cinema@martelive.it